Del burro di cacao naturale,  proprio non si può fare a meno. Infatti è uno di quei pochi prodotti che non mancano mai nelle borse delle donne. E poi non conosce stagioni. Si usa infatti, indifferentemente, sia in inverno che in estate. Ma quello che forse non sai è che il burro di cacao dell’Eos Lip Balm è sotto accusa. Una giovane donna, Rachael Cronin, pare abbia avuto, dopo l’uso, una forte reazione su tutto il corpo. Ma procediamo con ordine.

Questo balsamo per labbra, a forma di uovo, era uno dei più conosciuti e famosi al mondo perché star internazionali, del calibro di Miley Cirus, Kim Kardashian, Hillary Duff, lo hanno più volte pubblicizzato. Addirittura la dirompente Miley lo ha usato nel video “We can’t stop”. Ma poi tutto è cambiato. Rachael Cronin, una giovane donna americana, ha dichiarato che, dopo aver steso sulle labbra questo balsamo, ha avuto una forte reazione.

Scopri gli effetti negativi del burro di cacao naturale Eos Lip Balm!

Sul viso è comparsa una reazione allergica abbastanza forte, seguita da vesciche sanguinolenti. Stesso discorso per le labbra. Oltre a screpolature immediate, anche arrossamenti e desquamazioni. Subito ha contattato il suo medico curante. I fastidi sono spariti solo dopo una settimana, ma non è stato facile. Una volta guarita si è rivolta all’avvocato Mark Geragos. Perché ciò che è successo a lei, non deve accadere più a nessun’altra donna.

Ma non è tutto. La donna, sempre dietro consiglio del suo avvocato, ha chiesto che venga cambiata anche la pubblicità del prodotto incriminato. La pubblicità deve accennare alle possibili reazioni che il prodotto può dare. E dopo di lei altre donne hanno seguito il suo esempio. Hanno denunciato, senza mezzi termini, l’azienda. Le centinaia di denunce hanno sollevato un polverone. Tanto da far intervenire gli esperti.

Questo è quanto hanno dichiarato. Pare che a scatenare queste gravi desquamazioni sul viso e sulle labbra di Rachel Cronin sia stata la cera d’api. Questo prodotto naturale, può diventare nocivo per molte donne, quando entra in contatto con altri aromi, coma la menta e  la vanillina. Prodotti questi, che sono presenti, in quantità notevoli, nel balsamo incriminato. Non si sa come finirà, ma certamente ciò che è accaduto creerà un serio precedente.

Cosa possono fare le aziende cosmetiche per limitare i danni?

È tempo infatti che le aziende cosmetiche, sopratutto quando si tratta di prodotti, che vanno applicati sul viso e sulle labbra, siano più attente. Devono essere molto più chiare nelle controindicazioni. Non solo indicando gli ingredienti, con le rispettive quantità, ma anche le possibili reazioni che il prodotto potrebbe provocare. Non tutte le donne sono uguali e non tutte hanno la stessa tempra. In caso contrario è giusto che le aziende paghino!

RASSEGNA PANORAMICA
informazione e controindicazioni

LASCIA UN COMMENTO